FacebookRSS Feed





ORGANO DI GIUDIZIO

 

Al fine di indicare la serietà degli studi storico-nobiliari, l'U.N.I. in base al proprio statuto, attraverso il proprio Addetto Culturale (A.C.) si pone anche quale organo di giudizio sulla completezza di testi storici, editi ed inediti, sulla funzionalità ed efficienza delle biblioteche nazionali e comunali Italiane. L'U.N.I. si pone anche quale organo di giudizio sulla serietà delle associazioni nobiliari-culturali, private, nazionali e internazionali, nonché sull'attendibilità e legittimità storico-sociale degli ordini cavallereschi, e sull'attendibilità delle pubblicazioni in materia storico, nobiliare, araldica, genealogica, nazionale ed internazionale, commercializzate. Per le sue peculiarità l'U.N.I. (dalle concertazioni del gennaio 2012), è quindi oggi accreditato quale unico ente, nobiliare, assistenziale, storico, morale, culturale, di controllo, riconosciuto, ed accettato dai Nobili Italiani, al fine di supportare e salvaguardare efficacemente i loro legittimi diritti storici.